::Parrocchia > Annuncio parrocchiale
La Parola di oggi Riduci
 Stampa   
Noi siamo di Dio Riduci



Quest'anno il calendario ci porta a festeggiare di domenica, a quaranta giorni dalla sua nascita, la Presentazione al Tempio di Gesù. Nell’ebraismo, infatti, Dio è il datore di ogni dono, e le primizie sono da restituire a lui. Non fa eccezione il primo figlio, che è offerto e consacrato al Signore nella sua casa, il tempio di Gerusalemme.

Questo atteggiamento di riconoscenza ha molto da insegnare alle persone del nostro tempo. La società ci porta a pensare che tutto ci sia dovuto, e siano uno scandalo la malattia, la povertà, l’indigenza. Siamo pronti ad accusare lo Stato, la vita e persino Dio stesso se non abbiamo tutte le opportunità di chi ci circonda e − apparentemente − sta meglio di noi. Tendiamo a sentirci defraudati dei nostri diritti se tutto non va come vorremmo, e troviamo sempre qualcuno a cui dare la colpa, non fosse altri che la sfortuna.

Ci educhi alla verità uno come Simeone, che ha aspettato pazientemente tutta la vita la realizzazione del suo sogno, e ora sfiora la gioia del cielo perché la sua speranza non è stata vana.

Perché Dio non esaudisce sempre le nostre richieste, ma mantiene le sue promesse. E, tra queste, felicità e pace per tutti i suoi figli, perché lui può agire quando smettiamo di accampare pretese; e conosce il nostro bene, anche quando confonde i nostri progetti per renderci più grandi e veri.

 

Pregare la Parola

È proprio lì, nel tempio, il luogo più sacro di Gerusalemme, che tu, Gesù, vieni riconosciuto

come l’Atteso, il Messia tanto invocato, Colui che si rivelerà non solo ad Israele,

ma a tutta l’umanità, anche ai pagani.

Giuseppe e Maria ti hanno condotto lì perché osservano la legge di Mosè e quindi riconoscono che un figlio

non è una proprietà dei suoi genitori, ma è un dono di Dio, della sua bontà, un dono da custodire,

un dono da crescere, un dono da preparare alla vita.

E chi più di te, Gesù, è veramente e totalmente un dono di Dio?

Quel giorno, nel tempio, lo Spirito ha guidato due anziani, Simeone ed Anna, all’incontro desiderato da tutta la vita:

in te, piccolo d’uomo, di soli quaranta giorni, essi hanno percepito che le promesse diventavano finalmente realtà.

E questo li ha rallegrati perché sapevano che Dio è fedele e che realizza sempre più di quello che noi osiamo sperare.

Gesù, voglio anch’io condividere con loro la gioia dell’incontro, di un incontro che ha cambiato e continua a trasformare la mia vita.

Sì, tu sei la luce che spazza via le tenebre, la luce che rincuora, rischiara la via, la luce che ridesta la speranza.

(Roberto Laurita)

 

Dal Messaggio del Consiglio della Cei per la 42ª Giornata nazionale per la vita

Aprite le porte alla vita”.

..La vita non è un oggetto da possedere o un manufatto da produrre, è piuttosto una promessa di bene, a cui possiamo partecipare, decidendo di aprirle le porte. Così la vita nel tempo è segno della vita eterna, che dice la destinazione verso cui siamo incamminati….

Ospitare l’imprevedibile

Incrementando la fiducia, la solidarietà e l’ospitalità reciproca potremo spalancare le porte ad ogni novità e resistere alla tentazione di arrendersi alle varie forme di eutanasia. L’ospitalità della vita è una legge fondamentale: siamo stati ospitati per imparare ad ospitare. Ogni situazione che incontriamo ci confronta con una differenza che va riconosciuta e valorizzata, non eliminata, anche se può scompaginare i nostri equilibri. È questa l’unica via attraverso cui, dal seme che muore, possono nascere e maturare i frutti (cf Gv 12,24). È l’unica via perché la uguale dignità di ogni persona possa essere rispettata e promossa, anche là dove si manifesta più vulnerabile e fragile. Qui infatti emerge con chiarezza che non è possibile vivere se non riconoscendoci affidati gli uni agli altri. Il frutto del Vangelo è la fraternità.

 

 Stampa   
Annuncio parrocchiale Riduci

Avvisi e Intenzioni Sante Messe

Giorno

Preganziol

Sambughè

Sabato 1 Febbraio verde

2Sam 12,1-7a.10-17; Sal 50; Mc 4,35-41

Crea in me, o Dio, un cuore puro

18.30: Michieletto Rina (ann.);

Preo Ada; Tosatto Graziano; Torresan Romeo, Bruno, Mario e genitori e fam. Chiarato; Campigotto Bruno, Pezzato Elda, Vivan Maria e Wally; Ricco Mario;

18.30: Carraro Bruno, Mario, Mirta;

Saggia Dino e Ada;

Domenica 2 Febbraio bianco

Presentazione del Signore

Ml 3,1-4; Sal 23; Eb 2,14-18; Lc 2,22-40
Vieni, Signore, nel tuo tempio santo

8.00: Lagrimelle Elvira, Berto Giuseppe e Adele, Marconato Giovanni; Michieletto Antonio e Fantin Irene;

Ringraziamento per 80 an. di Bruno (vivo)

 

9.30: Badin Dario e Chiara; Milan Altinio

Frasson Giorgio, Abino e nonni Frasson e Baù; Zanuco Mercedes;

 

11.00: Torresan Costante, Emilia; Bettiol Decimo e fam.ri; Alessandrini Carlina; Semenzato Cirillo, Caltana Ines;

Favaretto Emilio (1° ann); Pesce Pietro;

67° ann. Matrim. Semenzato Giuseppe e Michieletto Antonia;

 

18.30: santa messa

8.00: Diana e familiari defunti;

Pettenà Maria, Del Puppo Antonio

e Bonilla Antonio;

 

10.00: Rizzato Emilia;

Barbon Giuseppina;

Pellin Luciano e Velia,

Sbrogiò Ernesto, Resi, Ada;

Menoncello Rino (30 gg.)

Lunedì 3 Febbraio S. Biagio

18.30: santa messa

 

Martedì 4 Febbraio verde

18.30: Dal Bò Agnese e Rinaldo;

Mercoledì 5 Febbraio rosso

S. Agata - memoria

18.30: per le famiglie;

 

Giovedì 6 Febbraio rosso

S. Paolo Miki e compagni

8.30: per gli ammalati;

9.00-11.00: adorazione Eucaristica

 

Venerdì 7 Febbraio verde

Sir 47,2-13; Sal 17; Mc 6,14-29

 

17.45: adorazione Eucaristica

18.30: Silvana Ciriello, Francesco, Adelio

Sabato 8 Febbraio verde

S. Girolamo Emiliani

S. Giuseppina Bakhita

1Re 3,4-13; Sal 118; Mc 6,30-34

18.30: Pasqualato Valeria e Giorgio; def. Bonato, Bellio e Bellio Ada; De Nardo Antonio, Gianfranco e Suffogrosso Severina (30gg); Magoga Roberto; Brunello Ferruccio e Marconato Anna;

18.30: Niero Nadia;

Barbisan Angelo;

Domenica 9 Febbraio verde

Vª Tempo Ordinario

L iturgia delle ore prima settimana

Is 58,7-10; Sal 111; 1Cor 2,1-5; Mt 5,13-16
Il giusto risplende come luce

8.00: Tonello Vittorio e Marina; Favaron Luigi, Danilo e Teresina; Bonato Umberto; def. fam. Favaretto Stefano;

 

9.30: Badin Eugenio, Giovanni e Giuseppe

Schiavinato Maria; Artuso Emilia;

 

11.00: def. fam. Romano Giovanni e Antonio; Casarin Albino e Anna; def. Lagrimelle e Pellizzon

 

18.30: santa messa

8.00: Guidolin Rino;

Favaron Oscar, Sante, Emma;

 

 

10.00: Caforio Lucio;

AVVISI: CANDELORA Le candele della Candelora per pregare in famiglia nelle difficoltà.

  • Domenica 2 febbraio: Giornata della Vita: vendita primule per sostenere il Centro Aiuto alla Vita

  • Martedì 4 feb ore 20.30 Treviso auditorium Pio X°: Serata Giovani Ac: “Abitare il mondo”

  • Giovedì 6 feb ore 20.30 a Mogliano: incontro di formazione per tutti i catechisti/e

  • Venerdì 7 ore 20.45 al Pio X° Convegno “Non si tratta” sul tema della tratta degli esseri umani.

  • Sabato 8 feb or 17.00 oratorio Preganziol, incontro con bambini e genitori di 3^ elementare

  • Domenica 9 feb ore 10.30 oratorio Preganziol incontro con bambini e genitori di 2^ elementare

 Stampa   
Registrazione Login
Copyright (c) 2010-2012, Parrocchia di Preganziol   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso