::Parrocchia > Annuncio parrocchiale
La Parola di oggi Riduci
 Stampa   
La tentazione è sempre una scelta fra due amori Riduci

La prima lettura racconta di un Dio che inventa l'arcobaleno, questo abbraccio lucente tra cielo e terra, che reinventa la comunione con ogni essere che vive in ogni carne. Questo Dio non ti lascerà mai. Tu lo puoi lasciare, ma lui no, non ti lascerà mai. Il Vangelo di Marco non riporta, a differenza di Luca e Matteo, il contenuto delle tentazioni di Gesù, ma ci ricorda l'essenziale: e subito lo Spirito lo sospinse nel deserto, e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. In questo luogo simbolico Gesù gioca la partita decisiva, questione di vita o di morte. Che tipo di Messia sarà? Venuto per essere servito o per servire? Per avere, salire, comandare, o per scendere, avvicinarsi, offrire?
La tentazione è sempre una scelta tra due vite, anzi tra due amori. E, senza scegliere, non vivi. «Togliete le tentazioni e nessuno si salverà più» (Abba Antonio del deserto), perché verrebbe a mancare il grande gioco della libertà. Quello che apre tutta la sezione della legge nella Bibbia: io metto davanti a te la vita e la morte, scegli! Il primo di tutti i comandamento è un decreto di libertà: scegli! Non restare inerte, passivo, sdraiato. Ed è come una supplica che Dio stesso rivolge all'uomo: scegli, ti prego, la vita! (Dt 30,19).
Che poi significa «scegli sempre l'umano contro il disumano» (David Maria Turoldo), scegli sempre ciò che costruisce e fa crescere la vita tua e degli altri in umanità e dignità.
Dal deserto prende avvio l'annuncio di Gesù, il suo sogno di vita. La primavera, nostra e di Dio, non si lascia sgomentare da nessun deserto, da nessun abisso di pietre. Dopo che Giovanni fu arrestato Gesù andò nella Galilea proclamando il Vangelo di Dio. E diceva: il Regno di Dio è vicino, convertitevi e credete al Vangelo.
Il contenuto dell'annuncio è il Vangelo di Dio. Dio come una bella notizia. Non era ovvio per niente. Non tutta la Bibbia è Vangelo; non tutta è bella, gioiosa notizia; alle volte è minaccia e giudizio, spesso è precetto e ingiunzione. Ma la caratteristica originale del rabbi di Nazaret è annunciare il Vangelo, una parola che conforta la vita: Dio si è fatto vicino, e con lui sono possibili cieli e terra nuovi.
Gesù passa e dietro di lui, sulle strade e nei villaggi, resta una scia di pollini di Vangelo, un'eco in cui vibra il sapore bello e buono della gioia: è possibile vivere meglio, un mondo come Dio lo sogna, una storia altra e quel rabbi sembra conoscerne il segreto. Convertitevi... Come a dire: giratevi verso la luce, perché la luce è già qui. Ed è come il movimento continuo del girasole, il suo orientarsi tenace verso la pazienza e la bellezza della luce. Verso il Dio di Gesù, e il suo volto di luce. p. Ermes Ronchi

 

Digiunare 

Fa' digiunare il nostro cuore: che sappia rinunciare a tutto quello che l'allontana
dal tuo amore, Signore, e che si unisca a te più esclusivamente e più sinceramente.

Fa' digiunare il nostro orgoglio, tutte le nostre pretese, le nostre rivendicazioni,
rendendoci più umili e infondendo in noi come unica ambizione, quella di servirti.

Fa' digiunare le nostre passioni, la nostra fame di piacere, la nostra sete di ricchezza,
il possesso avido e l'azione violenta; che nostro solo desiderio sia di piacerti in tutto.

Fa' digiunare il nostro io, troppo centrato su se stesso, egoista indurito,
che vuol trarre solo il suo vantaggio: che sappia dimenticarsi, nascondersi, donarsi.

Fa' digiunare la nostra lingua, spesso troppo agitata, troppo rapida nelle sue repliche,
severa nei giudizi, offensiva o sprezzante: fa' che esprima solo stima e bontà.

Che il digiuno dell'anima, con tutti i nostri sforzi per migliorarci,
possa salire verso di te come offerta gradita, meritarci una gioia più pura, più profonda.
(Jean Galot)

 

 Stampa   
Annuncio parrocchiale Riduci

Intenzioni S. Messe e Avvisi

Giorno

Chiesa di Preganziol

Chiesa di Sambughè

Sabato 17 Febbraio viola

Is 58,9b-14; Sal 85; Lc 5,27-32

Mostrami, Signore, la tua via

18.30: Callegaro Bruno e genitori;

Suffogrosso Narciso, Pierina e Giuseppe; Toniolo Primo e genitori; Reginato Daniela; Magoga Albino e Codato Bruna; Maffi Albero; Borsato Luciana;

18.30: Barbisan Angelo;

Tosato Luigi;

Domenica 18 Febbraio

Viola I di Quaresima

Liturgia delle ore prima settimana

 

Gen 9,8-15; Sal 24; 1Pt 3,18-22; Mc 1,12-15
Tutti i sentieri del Signore sono amore e fedeltà

8.00: Tollardo Vittorio e genitori;

Michieletto Ernesto e Italia;

vivi e defunti Gori e Susigan;

Pina Santoro e def. Pintus Sechi;

 

9.30: Pezzato Silvia e Bortoletto Attilio;

Badin Eugenio e fratelli; Frasson Antonio;

Rina, Albino, Albina, Maria e Gino;

 

11.00: Pellegrino Andrea e Giovanna; Fantin Caterina;

60° di mat. di Menegazzi Guido e Onorina

 

18.30: Belletti Pietro e Checchin Elisabetta;

Tosatto Roberto (30 g); Benetti Anna

 

8.00: Scomparin Attilio, Rita,

Teresina;

Favaron Sante, Emma;

Visentin Pierina (ann.)

 

 

 

10.00: Moino Elio (ann.)

Lunedì 19 Febbraio viola

Lv 19,1-2.11-18; Sal 18; Mt 25,31-46

18.30: Codato Amabile (1° an.);

def.ti fam. Milan e Codato; Panciera Enzo (an.)

 

Martedì 20 Febbraio viola

Is 55,10-11; Sal 33; Mt 6,7-15

8.30: santa messa

17.30-18.30: Adoraz. Eucaristica

18.30: S. Messa

Mercoledì 21 Feb. viola

Gn 3,1-10; Sal 50; Lc 11,29-32

18.30: Penzo Giancarlo; per le anime del purgatorio;

Bison Franco; per le famiglie;

 

Giovedì 22 Feb. bianco

Cattedra Di San Pietro

1Pt 5,1-4; Sal 22; Mt 16,13-19

8.30: per gli ammalati; Bettiol Decimo e genitori;

Fighera Aldo e Arrigo; sec. Inten. Offerente;

9.00-11.30 adorazione Eucaristica

18.30: santa messa

Venerdì 23 Feb. viola

Ez 18,21-28; Sal 129; Mt 5,20-26
Se consideri le colpe, Signore, chi ti può resistere?

15.00: Via Crucis

18.30: Pellizzato Romeo, Maria e Casarin Romedia;

Pieretto Sante e famiglia;

15.00: Via Crucis

 

Sabato 24 Feb. viola

Dt 26,16-19; Sal 118; Mt 5,43-48

Beato chi cammina nella legge del Signore

18.30: Tintinaglia Ampelio, Favaro Teresa, Contini Teresa, Vincenzi Giuseppina, Torresan Ottorino; Garbuio Benito; Pasqualato Attilio e Celeste;

Di Claudio Valentina, Sciannella Corrado;

Pozzebon Lina, Piovesan Giovannino e Dario;

Giuseppina e Marcello Da Ponte; Tronchin Ugo e Familiari; Tronchin Antonio e Bruna;

18.30: Sigolo Dolores in Pinzan (an.);

Munaretto Giuseppe;

De Giorgio Gabriele;

Domenica 25 Febbraio viola II di QUARESIMA

Liturgia delle ore seconda settimana

Gen 22,1-2.9a.10-13.15-18; Sal 115; Rm 8,31b-34; Mc 9,2-10

8.00: santa messa

 

9.30: defunti Favaretto;

 

11.00: Intenz. Offerente; Bonagrazia Luciano;

Lucchese Giuseppe, Vittorio, Mestrinaro Caterina

 

16.00: Cresima celebra mons. Giorgio Marcuzzo

 

 

18.30: santa messa

8.00: per famiglie Barzan,

Munarin, Morelli

 

 

10.00: Cresima celebra

mons. Giorgio Marcuzzo

AVVISI: gli impegni di Carità per la Quaresima: “Un pane per amor di Dio” e Colletta Alimentare per Caritas

  • Domenica 18 ore 15.30 dalle suore alle Grazie: Ritiro di Quaresima con don Antonio Guidolin

  • Gr.Est 2018: Martedì 20 ore 20.45 incontro con mamme e adulti per il GrEst 2018. Nei giorni 27/28 feb. e 1 marzo nel pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 17.00 adesione e colloquio con gli animatori GrEst 2018

  • Sambughè: da questo martedì alle ore 17.30 fino alle 18.30 Adorazione Eucaristica

  • Sambughè mercoledì 21 ore 20.30: Il roveto Ardente: adorazione Eucaristica con il R.N.S.

  • Venerdì 23 ore 20.45: Preghiera in preparazione alla Cresima per genitori, padrini, madrine, testimoni.

  • Preganziol Domenica 25 ore 10.30 incontro con i genitori della Prima Comunione di Preganziol

 Stampa   
Registrazione Login
Copyright (c) 2010-2012, Parrocchia di Preganziol   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso