::Parrocchia > Annuncio parrocchiale
La Parola di oggi Riduci
 Stampa   
l sogno di Dio è che nessuno sia solo, senza sicurezza Riduci

Alcuni farisei si avvicinarono a Gesù per metterlo alla prova: «è lecito a un marito ripudiare la moglie?». Chiaro che sì, è pacifico, non solo la tradizione religiosa, ma la stessa Parola di Dio lo legittimava. Gesù invece prende le distanze dalla legge biblica: «per la durezza del vostro cuore Mosè scrisse per voi questa norma». Gesù afferma una cosa enorme: non tutta la legge, che noi diciamo di Dio, ha origine divina, talvolta essa è il riflesso di un cuore duro. Qualcosa vale più della lettera scritta. Simone Weil lo dice in modo luminoso: «Mettere la legge prima della persona è l'essenza della bestemmia». E per questo Gesù, infedele alla lettera per essere fedele allo spirito, ci «insegna ad usare la nostra libertà per custodire il fuoco e non per adorare la cenere!» (G. Mahler). La Bibbia non è un feticcio, vuole intelligenza e cuore.
Gesù non intende redigere altre norme, piantare nuovi paletti. Non vuole regolamentare meglio la vita, ma ispirarla, accenderla, rinnovarla. E allora ci prende per mano e ci accompagna dentro il sogno di Dio, sogno sorgivo, originario, a guardare la vita non dal punto di vista degli uomini, ma del Dio della creazione. Dio non legifera, crea: «dall'inizio della creazione li fece maschio e femmina, per questo l'uomo lascerà il padre e la madre, si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola». Il sogno di Dio è che nessuno sia solo, nessuno senza sicurezza, più che di padre, senza tenerezza, più che di madre. Gesù ci porta a respirare l'aria degli inizi: l'uomo non separi quello che Dio ha congiunto. Il nome di Dio è dal principio ?colui-che-congiunge?, la sua opera è creare comunione.
La risposta di Gesù provoca la reazione non dei farisei, ma dei discepoli che trovano incomprensibile questo linguaggio e lo interrogano di nuovo sullo stesso argomento. «Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un'altra, commette adulterio verso di lei». Gesù risponde con un'altra presa di distanza dalla legislazione giudaica: «E se lei, ripudiato il marito, ne sposa un altro, commette adulterio». Nella legge non c'era parità di diritti; alla donna, la parte più debole, non era riconosciuta la possibilità di ripudiare il marito. E Gesù, come al suo solito, si schiera dalla parte dei più deboli, e innalza la donna a uguale dignità, senza distinzioni di genere. Perché l'adulterio sta nel cuore, e il cuore è uguale per tutti. Il peccato vero più che nel trasgredire una norma, consiste nel trasgredire il sogno di Dio. Se non ti impegni a fondo, se non ricuci e ricongiungi, se il tuo amore è duro e aggressivo invece che dolce e umile, tu stai ripudiando il sogno di Dio, sei già adultero nel cuore. (p. Ermes Ronchi)

 

Pregare la Parola

Ti prego, Signore, per ogni uomo e per ogni donna che, un giorno, si sono riconosciuti fatti l'uno per l'altra e hanno deciso di condividere tutta la vita. Ti ringrazio per il loro coraggio, per la loro determi­nazione, soprattutto per la scelta di fare dell'amore l'a­limento delle loro giornate. Ti ringrazio per il dono che sono reciprocamente: esso parla anche a me del tuo amore. Ti ringrazio per la loro dedizione, rinnovata giorno dopo giorno: parla anche a me della tua fedeltà. Ti ringrazio per la loro apertura alla vita: parla anche a me della tua traboccante paternità e maternità. Non lasciarli soli e aiutali a non lasciarti mai. Sii tu la forza della loro unione. E se vivranno tempi oscuri, nei quali l'amore sembrerà ristagnare e spegnersi nelle sacche del “dato per scontato” e della non-creatività, fa' che incontrino di nuovo quello sguardo trasparente nel quale si riconobbero donati l'uno all'altra e, osando es­sere insieme dono per i fratelli, diano nuovo vigore a quell’amore che li fa una cosa sola come tu, Dio, sei Uno nella comunione trinitaria.

 

L’amore di Cristo può restituire agli sposi la gioia di camminare insieme; perché questo è il matrimonio: il cammino insieme di un uomo e di una donna, in cui l’uomo ha il compitodi aiutare la moglie ad essere più donna, e la donna ha il compito di aiutare il marito ad essere più uomo.” (papa Francesco)

 Stampa   
Annuncio parrocchiale Riduci

Avvisi e Intenzioni Sante Messe

Giorno

Preganziol

Sambughè

Sabato 6 Ottobre verde

S. Bruno - memoria
Gb 42,1-3.5-6.12-17; Sal 118; Lc 10,17-24

18.30: Biadene Edoardo e Anna;

Prete Giancarlo e Valerio;

Marton Emma e Regina;

Adele, Luigia, Rita;

18.30: Tosato Alberto, Mazzon

Maria Pasqua, Riccardo, Lorenza,

Adele e Maria; Fantin Augusto e Isea;

def.ti classe 5^ el del 1966: Tosatto

Sergio, Minetto Giorgio, Lucchese

Maurizio, Dal Bò Michela, Pellin Luigino

e maestra Missana M. Luisa;

Domenica 7 Ottobre verde

XXVII Tempo Ordinario

Liturgia delle ore terza settimana

Gen 2,18-24; Sal 127; Eb 2,9-11; Mc 10,2-16
Ci benedica il Signore tutti i giorni della nostra vita

8.00: Tronchin Olindo (10° an) e fam.ri

Bruno Dal Ben e famigliari;

Maria Gerardp e def.ti Biscaro

 

9.30: Bardini Carolina e famiglia;

Tomaello Vittoria; Calzavara Rino;

 

11.00: Corrà Maikol e nonna Carmela

 

18.30: def.ti fam. Bellio Giuseppe;

Corradino Clara;

8.00: Guidolin Rino e fam.ri def.ti;

Rizzato Luigi, Amabile, Giovanni;

Durante Federico; Ferri Mario;

 

10.00: def.ti famiglia Favretto;

Cavinato Carlo;

Cestaro Vittorio e fam.ri defunti;

Padoan Angelo; Luigi, Rosa;

Fantin Augusto e Isea;

Lunedì 8 Ottobre verde

Gal 1,6-12; Sal 110; Lc 10,25-37

18.30: santa messa

 

Martedì 9 Ottobre verde

Ss. Dionigi e compagni
S. Giovanni Leonardi
Gal 1,13-24; Sal 138; Lc 10,38-42

 

18.30: Tosato Flora;

Mercoledì 10 Ottobre verde

Gal 2,1-2.7-14; Sal 116; Lc 11,1-4

18.30: Penzo Ernesta e Roberto;

Simonetto Luigi;

 

Giovedì 11 Ottobre verde

Gal 3,1-5; Cant. Lc 1,68-75; Lc 11,5-13

8.30: per gli ammalati; Barbazza Pietro;

9.00 – 11.00: Adorazione eucaristica

18.30: santa messa

Venerdì 12 Ottobre verde

Gal 3,7-14; Sal 110; Lc 11,15-26

18.30: santa messa

 

Sabato 13 Ottobre verde

Gal 3,22-29; Sal 104; Lc 11,27-28

18.30: Azzarini Paolino;

Reginato Daniela;

18.30: Niero Nadia; Schiavon Sebastiano;

Bellomo Francesca e Marton Angelo;

Domenica 14 Ottobre verde

XXVIII Tempo Ordinario

Liturgia delle ore quarta settimana

Sap 7,7-11; Sal 89; Eb 4,12-13; Mc 10,17-30
Saziaci, Signore, con il tuo amore: gioiremo per sempre

8.00: def. fam. Zamenego;

Ceron Giovanna

 

9.30: santa messa

 

11.00: Lucchese Mariano (4° an.);

Zanetti Luigi e Regina, Cocchetto

Valentinao e Fedato Rosa;

 

18.30: santa messa

 

8.00: Attombri Vittorio e Marcella;

 

 

10.00:

AVVISI:

  • Salutiamo e ringraziamo don Riccardo per il servizio dato alle nostre comunità e la testimonianza di fede e di risposta generosa alla chiamata del Signore e lo accompagniamo con la nostra preghiera nel suo nuovo servizio nella collaborazione di Casale.

  • Iniziano le attività dei gruppi dei ragazzi di 3^ media: venerdì 12 ore 19.00

  • Inizia l’attività dei gruppi delle superiori: domenica 14 ore18.30

  • Sambughè: inizieranno lunedì i lavori per i nuovi finestroni della chiesa e il nuovo impianto di riscaldamento. La santa messa settimanale sarà fatta in canonica.

  • Settimana Sociale dei cattolici; merc. 10 e ven. 12 e lun. 15 mart. 16 ottobre ore 20.30 Auditorium Pio X°

 Stampa   
Registrazione Login
Copyright (c) 2010-2012, Parrocchia di Preganziol   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso