Riduci


Ecco il link per poter seguire il 31 maggio 2020 la Santa Messa di Pentecoste che verrà celebrata nella Parrocchia di Sambughè alle ore 10.00 per chi non potrà essere presente di persona.



in nuova pagina..

 

TORNARE A MESSA
indicazioni per le prossime celebrazioni

in nuova pagina..

 Stampa   
In evidenza Riduci
Syndicate   Stampa   
Il «respiro di Dio» viene in modo diverso per ciascuno Riduci


La Parola di Dio racconta in quattro modi diversi il venire dello Spirito Santo, per dirci che Lui, il respiro di Dio, non sopporta schemi. Nel Vangelo lo Spirito viene come presenza che consola, leggero e quieto come un respiro, come il battito del cuore.
Negli Atti viene come energia, coraggio, rombo di tuono che spalanca le porte e le parole. Mentre tu sei impegnato a tracciare i confini di casa, lui spalanca finestre, ti apre davanti il mondo, chiama oltre.
Secondo Paolo, viene come dono diverso per ciascuno, bellezza e genialità di ogni cristiano.
E un quarto racconto è nel versetto del salmo: del tuo Spirito Signore è piena la terra. Tutta la terra, niente e nessuno esclusi. Ed è piena, non solo sfiorata dal vento di Dio, ma colmata: tracima, trabocca, non c'è niente e nessuno senza la pressione mite e possente dello Spirito di Dio, che porta pollini di primavera nel seno della storia e di tutte le cose. "Che fa vivere e santifica l'universo", come preghiamo nella Eucaristia.
Mentre erano chiuse le porte del luogo per paura dei Giudei, ecco accadere qualcosa che ribalta la vita degli apostoli, che rovescia come un guanto quel gruppetto bloccato dietro porte sbarrate. Qualcosa ha trasformato uomini barcollanti d'angoscia, in persone danzanti di gioia, "ubriache" (Atti 2,13) di coraggio: è lo Spirito, fiamma che riaccende le vite, vento che dilaga dalla camera alta, terremoto che fa cadere le costruzioni pericolanti, sbagliate, e lascia in piedi solo ciò che è davvero solido. È accaduta la Pentecoste e si è sbloccata la vita.
La sera di Pasqua, mentre erano chiuse le porte, venne Gesù, stette in mezzo ai suoi e disse: pace! L'abbandonato ritorna da coloro che lo avevano abbandonato. Non accusa nessuno, avvia processi di vita; gestisce la fragilità dei suoi con un metodo umanissimo e creativo: li rassicura che il suo amore per loro è intatto (mostrò loro le mani piagate e il costato aperto, ferite d'amore); ribadisce la sua fiducia testarda, illogica e totale in loro (come il Padre ha mandato me, io mando voi). Voi come me. Voi e non altri. Anche se mi avete lasciato solo, io credo ancora in voi, e non vi mollo.
E infine gioca al rialzo, offre un di più: alitò su di loro e disse: ricevete lo Spirito Santo. Lo Spirito è il respiro di Dio. In quella stanza chiusa, in quella situazione asfittica, entra il respiro ampio e profondo di Dio, l'ossigeno del cielo. E come in principio il Creatore soffiò il suo alito di vita su Adamo, così ora Gesù soffia vita, trasmette ai suoi ciò che lo fa vivere, quel principio vitale e luminoso, quella intensità che lo faceva diverso, che faceva unico il suo modo di amare, e spalancava orizzonti. (p. Ermes Ronchi)

 

Pregare la Parola

Vieni, Spirito Santo,

vieni come vento impetuoso che scuote le nostre comunità e porta l’aria fresca del Vangelo.

Spazza via le nostre paure e fa’ circolare una fiducia nuova nella tua azione in mezzo a noi.

 

Vieni, Spirito Santo,

vieni come un fuoco che brucia ogni zavorra inutile che trattiene i nostri passi sulle vie del Regno,

vieni come una fiamma che accende i nostri cuori di amore e di speranza.

 

Vieni, Spirito Santo,

vieni come un alito di vita che percorre le nostre città e diffonde il sapore

dell’accoglienza e della fraternità, della solidarietà e della tenerezza.

 

Vieni, Spirito Santo,

vieni come un lievito di pace che fa scomparire antichi rancori

e fa crescere la riconciliazione, il perdono e la misericordia.

 

Vieni, Spirito Santo,

e trasmetti una forza nuova, vieni a renderci testimoni

del Signore crocifisso e risorto, annunciatori della Buona Notizia.

 

Lo Spirito Santo ci insegna: è il Maestro interiore. Ci guida per il giusto cammino, attraverso le situazioni della vita. Lui ci insegna la strada, la via. (Papa Francesco)

 Stampa   
ccc Riduci

Parrocchie di S. Urbano p. e m. - Preganziol e S. Martino v. – Sambughè

Giorno

Preganziol

Sambughè

Sabato 30 Maggio bianco

At 28,16-20.30-31; S. 10; Gv 21,20-25

18.30: Visentin Antonio, Carolina e Giosuè;

Tronchin Idelma e Biadene Luigi;

Ricco Mario e Zanutello Cesira;

 

18.30: Tosato Alberto, Mazzon Maria Pasqua, Foffano Marisa, Riccardo, Risato Santa, Gobbo Regina, Zanato Valentino, Piero; Emma e Giovanni Paolo Novello, Agnese e Rinaldo Dal Bò; Michielan Nino;

Domenica 31 Maggio rosso

Ë DOMENICA DI PENTECOSTE

A t 2,1-11; Sal 103; 1Cor 12,3b-7.12-13; Gv 20,19-23 Manda il tuo Spirito, Signore, a rinnovare la terra

8.00: santa messa

 

9.30: santa messa in chiesa e oratorio

Nascimben Ernesto;

 

11.00: santa messa in chiesa e oratorio

Biasuzzo Giuseppe, Eleonora,

Bruno, Giuseppina, Elena;

Vecchiato Alessandro e Tronchin

Elena;

 

18.30: Ceron Giovanni, Silvana, Annalisa, Spigariol Renato, Ada, Federica; Tiveron Lino (6° an.)

8.00: santa messa

 

10.00: Minello Albino e Minetto Giuseppina, Minello Luigi e Moro Ginevra, Basso Antonio e Amalia;

Dal Castello Pierluigi; Danesin Rino;

Lunedì 1 Giugno bianco

B. V. Maria Madre della Chiesa
Gen 3,9-15.20
opp. Sal 86; Gv 19,25-34

18.30: santa messa

 

Martedì 2 Giugno verde

2Pt 3,11-18; Sal 89; Mc 12,13-17

 

18.30: Del Puppo Antonio, Pettenà Maria e Bonilla Antonio;

Mercoledì 3 Giugno verde
2Tm 1,1-3.6-12; Sal122; Mc 12,18-27

18.30: Trevisiol Giampier, vivi e defunti;

Lombardi Anna;

 

Giovedì 4 Giugno verde 2Tm 2,8-15; Sal 24; Mc 12,28-34

8.30: per gli ammalati + ad. Euc.

 

Venerdì 5 Giugno rosso

S. Bonifacio – memoria
2Tm 3,10-16; Sal 118; Mc 12,35-37

17.45: adorazione eucaristica

18.30: santa messa

SABATO 6 GIUGNO verde 2Tm 4,1-8; Sal 70; Mc 12,38-44

18.30: Casarin Maria e fam. Pellizzato

Romeo;

18.30: Tosato Luigi, Cercato Giuseppina; Pastrello Aurelio;

Domenica 7 Giugno bianco

SANTISSIMA TRINITA’

Es 34,4b-6.8-9; Cant. Dn 3,52-56; 2Cor 13,11-13; Gv 3,16-18

A te la lode e la gloria nei secoli

8.00: def. fam. Favaretto Stefano;

Tonello Vittorio e famigliari;

 

9.30: santa messa in chiesa e oratorio

 

11.00: santa messa in chiesa e oratorio

 

18.30: santa messa in chiesa

8.00: santa messa

 

10.00: Lucchese Francesco; Angelina e Aldo Donadon;

per i genitori che hanno perso un figlio/a; per vivi famiglia Salviato Cristiano;

AVVISI

  • Lunedì 1 giugno non ci saranno le s. messe al santuario alle Grazie, si potrà però andare per la preghiera personale. A S. Trovaso s. Messa alle 10.00 e alle 18.30

  • Nelle nostre chiese, ora ci sono posti limitati: 110 a Preganziol e 97 a Sambughè.

  • Chi non riesce a partecipare alla messa festiva, può assolvere al precetto partecipando alla S. Messa feriale. Continua la trasmissione della Messa delle 10.00 on line.

Indicazioni per partecipare con serenità e responsabilità alla S. Messa

Non è consentito l’ingresso a persone con una temperatura corporea pari o superiore a 37,5° o che hanno avuto contatti con persone positive a Sars-Cov2 nei giorni precedenti.

OBBLIGO DI: Entrare ed uscire dalla chiesa rispettando la distanza di 1.5 metri dagli altri fedeli;

  • Indossare la mascherina; Igienizzarsi le mani al despenser situato all’ingresso;

  • occupare i posti contrassegnati iniziando da davanti; Mantenere la distanza di almeno un metro laterale e frontale dalle altre persone ed evitare qualsiasi forma di contatto fisico

 Stampa   
Avvisi COVID Riduci
covid raccomandazioni
 Stampa   
Registrazione Login
Copyright (c) 2010-2012, Parrocchia di Preganziol   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso