In evidenza Riduci
Syndicate   Stampa   
Gesù nel tesoro nascosto ci dà la certezza della felicità Riduci

Un contadino e un mercante trovano tesori. Accade a uno che, per caso, senza averlo programmato, tra rovi e sassi, su un campo non suo, resta folgorato dalla scoperta e dalla gioia. Accade a uno che invece, da intenditore appassionato e determinato, gira il mondo dietro il suo sogno.

Due modalità che sembrano contraddirsi, ma il Vangelo è liberante: l'incontro con Dio non sopporta statistiche, è possibile a tutti trovarlo o essere trovati da lui, sorpresi da una luce sulla via di Damasco, oppure da un Dio innamorato di normalità, che passa, come dice Teresa d'Avila, "fra le pentole della cucina", che è nel tuo campo di ogni giorno, là dove vivi e lavori e ami, come un contadino paziente.

Tesoro e perla: nomi bellissimi che Gesù sceglie per dire la rivoluzione felice portata nella vita dal Vangelo. La fede è una forza vitale che ti cambia la vita. E la fa danzare.

«Trovato il tesoro, l'uomo pieno di gioia va, vende tutti i suoi averi e compra quel campo». La gioia è il primo tesoro che il tesoro regala, è il movente che fa camminare, correre, volare: per cui vendere tutti gli averi non porta con sé nessun sentore di rinuncia (Gesù non chiede mai sacrifici quando parla del Regno), sembra piuttosto lo straripare di un futuro nuovo, di una gioiosa speranza.

Niente di quello di prima viene buttato via. Il contadino e il mercante vendono tutto, ma per guadagnare tutto. Lasciano molto, ma per avere di più. Non perdono niente, lo investono. Così sono i cristiani: scelgono e scegliendo bene guadagnano. Non sono più buoni degli altri, ma più ricchi: hanno investito in un tesoro di speranza, di luce, di cuore. I discepoli non hanno tutte le soluzioni in tasca, ma cercano. Lo stesso credere è un verbo dinamico, bisogna sempre muoversi, sempre cercare, proiettarsi, pescare; lavorare il campo, scoprire sempre, camminare sempre, tirar fuori dal tesoro cose nuove e cose antiche.

Mi piace accostare a queste parabole un episodio accaduto a uno studente di teologia, all'esame di pastorale. L'ultima domanda del professore lo spiazza: «come spiegheresti a un bambino di sei anni perché tu vai dietro a Cristo e al Vangelo?». Lo studente cerca risposte nell'alta teologia, usa paroloni, cita documenti, ma capisce che si sta incartando. Alla fine il professore fa: «digli così: lo faccio per essere felice!». È la promessa ultima delle due parabole del tesoro e della perla, che fanno fiorire la vita.

Anche in giorni disillusi come i nostri, il Vangelo osa annunciare tesori. Osa dire che l'esito della storia sarà buono, comunque buono, nonostante tutto buono. Perché Qualcuno prepara tesori per noi, semina perle nel mare dell'esistenza. (p. Ermes Ronchi)

 

Pregare la Parola: “Tu eri con me, ma io non ero con Te”

Tardi ti amai, bellezza così antica e così nuova, tardi ti amai.
Tu eri dentro di me ed io ero fuori. Lì ti cercavo.
Deforme, mi gettavo sulle belle forme delle tue creature.
Tu eri con me, ma io non ero con te.
Mi tenevano lontano da te le tue creature, inesistenti se non esistessero in te.
Mi chiamasti, e il tuo grido sfondò la mia sordità; balenasti, e il tuo splendore dissipò la mia cecità;
diffondesti la tua fragranza, e respirai e anelo verso di te, gustai e ho fame e sete; mi toccasti, e arsi di desiderio della tua pace     
 (Sant’Agostino nelle Confessioni)

 

La perla di gran valore è nascosta profondamente.

Come un pescatore di perle, o anima mia, tuffati, tuffati nel profondo, tuffati ancora più giù, e cerca! Forse non troverai nulla la prima volta. Come un pescatore di perle, o anima mia, senza stancarti, persisti e persisti ancora, tuffati nel profondo, sempre più giù, e cerca! Quelli che non sanno il segreto, si burleranno di te, e tu ne sarai rattristato. Ma non perdere coraggio, pescatore di perle, o anima mia! La perla di gran valore è proprio là nascosta, nascosta proprio in fondo. E' la tua fede che ti aiuterà a trovare il tesoro ed è essa che permetterà che quello che era nascosto sia infine rivelato. Tuffati nel profondo, tuffati ancora più giù, come un pescatore di perle, o anima mia. E cerca, cerca senza stancarti!

Swami Paramananda

 

 

 Stampa   
ccc Riduci

Parrocchie di S. Urbano p. e m. -  Preganziol e S. Martino v. – Sambughè

Giorno

Preganziol

Sambughè

Sabato 25 Luglio     rosso

S. Giacomo Apostolo    Festa

2Cor 4,7-15; Sal 125; Mt 20,20-28

18.30: Ravaglia Ruggero e Dino;

Biadene Edoardo, Anna e Carlo; Cappellesso Emma e Casarin Ernesto;

18.30: Granello Lino;

def. Fam. Gallotta, Ottaviano, Niero;   Tosato Luigi, Cercato Giuseppina e Pastrello Aurelio;

Domenica 26 Luglio     verde                  

XVII  Tempo Ordinario

http://www.lachiesa.it/liturgia/allegati/icone/AO170.jpgLiturgia delle ore prima settimana

1Re 3,5.7-12; Sal 118; Rm 8,28-30; Mt 13,44-52
Quanto amo la tua legge, Signore!

8.00: Tronchin Margherita e Vittorio;  

        Michieletto Antonio e Irene,  

        Milani Marcellina; 

        Furlan Giuseppe e Biasuzzo Rina;

 

9.30: santa messa

 

11.00: santa messa

 

18.30: Cervesato Luciano, Giovanni,

            Gino;       

8.00: santa messa

 

 

10.00: santa messa

Lunedì 27 Luglio    verde

Ger 13,1-11; Cant. Dt 32,18-21; Mt 13,31-35  Hai dimenticato Dio che ti ha generato

8.30: santa messa in cimitero

          Anime del Purgaorio;

 

Martedì 28 Luglio     verde

Ger 14,17b-22; Sal 78; Mt 13,36-43

 

8.30: santa messa in cimitero

Mercoledì 29 Luglio  bianco

S. Marta – memoria 

1Gv 4,7-16; Sal 33; Gv 11,19-27 opp. Lc 10,38-42 

18.30: per le famiglie

            Casteller Lidia;

 

Giovedì 30 Luglio      verde   

S. Pietro Crisologo
Ger 18,1-6; Sal 145; Mt 13,47-53

8.30: per ammalati + adoraz.  Eucar.

          Zago Augusto;

 

Venerdì 31 Luglio     bianco            

S. Ignazio di Loyola – memoria

Ger 26,1-9; Sal 68; Mt 13,54-58

Nella tua grande bontà rispondimi, o Dio

 

17.45: adorazione eucaristica

18.30: Stenico Ida in Carlesso (ann.);

Gallinaro Rino, Ida, Alfonso, Sandro, Pistollato Mario e Cesira,

Cappellesso Zeffirino e Maria;

SABATO 1 AGOSTO  bianco         

S. Alfonso Maria de’ Liguori
Ger 26,11-16.24; Sal 68; Mt 14,1-12

Nel tempo della benevolenza, rispondimi, Signore

18.30: Badin Amelia, 

  Biadene Edoardo,  Vecchiato Anna;

18.30: Niero Nadia, D’Amico Giuseppina;

Domenica 2 Agosto       verde                  

XVIII Tempo Ordinario

http://www.lachiesa.it/liturgia/allegati/icone/AO180.jpgLiturgia delle ore seconda settimana

Is 55,1-3; Sal 144; Rm 8,35.37-39; Mt 14,13-21 Apri la tua mano, Signore, e sazia ogni vivente

8.00: santa messa

 

9.30: Gheller Marina;

 

11.00: santa messa

 

18.30: santa messa      

8.00: santa messa

 

 

10.00: santa messa

Quando vieni a messa: Indossa la mascherina; Igienizzati le mani al dispenser situato all’ingresso; occupare i posti contrassegnati iniziando da davanti; Non fare assembramenti.

AVVISI

ð  È terminato il GrEst 2020 per i bambini delle elementari: un grazie di cuore ai nostri bravissimi animatori e alle mamme che hanno reso possibile, anche in questa situazione questa bella esperienza.

ð  In questa settimana i giovani del Clan del Gruppo Scout vivranno la loro Route, attraverso diverse esperienze di cammino. Buona Strada a loro.

ð  La santa messa in cimitero: il lunedì alle 8.30 a Preganziol, il martedì alle 8.30 a Sambughè

ð  Il parroco sarà assente da lunedì a giovedì, per eventuali necessità chiamare don Paolo.

 Stampa   
Avvisi COVID Riduci
covid raccomandazioni
 Stampa   
Registrazione Login
Copyright (c) 2010-2012, Parrocchia di Preganziol   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso