In evidenza Riduci
assegno unico
Syndicate   Stampa   
Se tu ami, la tua vita è comunque un successo Riduci

I pochi versetti del Vangelo di oggi ruotano intorno al magico vocabolario degli innamorati: amore, amato, amatevi, gioia. «Tutta la legge inizia con un “sei amato” e termina con un “tu amerai”. Chi astrae da questo, ama il contrario della vita» (P. Beauchamp). Roba grossa. Questione che riempie o svuota la vita: questo vi dico perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena. L'amore è da prendere sul serio, ne va del nostro benessere, della nostra gioia. Anzi, ognuno di noi vi sta giocando, consapevole o no, la partita della propria eternità. Io però faccio fatica a seguirlo: l'amore è sempre così poco, così a rischio, così fragile.

Faccio fatica perfino a capire in che cosa consista l'amore vero, vi si mescola tutto: passione, tenerezza, emozioni, lacrime, paure, sorrisi, sogni e impegno concreto.
L'amore è sempre meravigliosamente complicato, e sempre imperfetto, cioè incompiuto. Sempre artigianale, e come ogni lavoro artigianale chiede mani, tempo, cura, regole: se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore. Ma come, Signore, chiudi dentro i comandamenti l'unica cosa che non si può comandare? Mi scoraggi: il comandamento è regola, costrizione, sanzione. Un guinzaglio che mi strattona. L'amore invece è libertà, creatività, una divina follia...

Ma Gesù, il guaritore del disamore, offre la sua pedagogia sicura in due tempi:

1. Amatevi gli uni gli altri. Non semplicemente: amatevi. Ma: gli uni gli altri, Non si ama l'umanità in generale o in teoria. Si amano le persone ad una ad una; si ama quest'uomo, questa donna, questo bambino, il povero qui a fianco, faccia a faccia, occhi negli occhi.

2. Amatevi come io vi ho amato. Non dice “quanto me”, perché non ci arriveremmo mai, io almeno; ma “come me”, con il mio stile, con il mio modo unico: lui che lava i piedi ai grandi e abbraccia i bambini; che vede uno soffrire e prova un crampo nel ventre; lui che si commuove e tocca la carne, la pelle, gli occhi; che non manda via nessuno; che ci obbliga a diventare grandi e accarezza e pettina le nostre ali perché pensiamo in grande e voliamo lontano. Chi ti ama davvero? Non certo chi ti riempie di parole dolci e di regali. L'amore è vero quello che ti spinge, ti incalza, ti obbliga a diventare tanto, infinitamente tanto, a diventare il meglio di ciò che puoi diventare (Rainer Maria Rilke). Così ai figli non servono cose, ma padri e madri che diano orizzonti e grandi ali, che li facciano diventare il meglio di ciò che possono diventare. Anche quando dovesse sembrare che si dimenticano di noi. Parola di Vangelo: se ami, non sbagli. Se ami, non fallirai la vita. Se ami, la tua vita è stata già un successo, comunque. (p. Ermes Ronchi)

 

Pregare la Parola

Gesù, aiutami a diffondere ovunque  il tuo profumo, ovunque io passi.
Inonda la mia anima del tuo Spirito e della tua vita.  Invadimi completamente e  fatti maestro

di tutto il mio essere perché la mia vita sia un'emanazione della tua.  Illumina servendoti di me

e prendi possesso di me a tal punto  che ogni persona che accosto  possa sentire la tua presenza in me.
Guardandomi, non sia io a essere visto,  ma tu in me. Rimani in me.

Allora risplenderò del tuo splendore  e potrò fare da luce per gli altri.
Ma questa luce avrà la sua sorgente  unicamente in te, Gesù,  e non ne verrà da me
neppure il più piccolo raggio:  sarai tu a illuminare gli altri  servendoti di me.
Suggeriscimi la lode che più ti è gradita,  che illumini gli altri attorno a me:
io non predichi a parole ma con l'esempio,  attraverso lo slancio delle mie azioni,
con lo sfolgorare visibile dell'amore  che il mio cuore riceve da te. Amen.

(John Henry Newman)

 

Che aspetto ha l’amore? Ha mani per aiutare gli altri, ha piedi per affrettarsi verso il povero e il bisognoso, ha occhi per vedere la miseria e il bisogno, ha orecchie per ascoltare i sospiri e i dolori degli uomini. Ecco com’è l’amore.  (Sant’Agostino)

 Stampa   
Contatti Riduci

Casa Canonica: viale Roma, 37 31022 Preganziol (TV)
telefono e fax 0422 633046

 

preganziol@diocesitv.it

 

 
Parroco: don Gabriele Bittante

 Stampa   
Annuncio parrocchiale Riduci

Parrocchie di S. Urbano p. e m. -  Preganziol e S. Martino v. – Sambughè

Giorno

Preganziol

Sambughè

Sabato 8 Maggio     bianco

At 16,1-10; Sal 99; Gv 15,18-21

18.30: Casarin Maria e def.ti Pellizzato; Mazzaro Alessandra; Gatto Feruccio, genitori e fratelli defunti; Nardi Liuiogi e Lingani Vittoria;  Rasera Giuseppe; Zanetti Ferdinando; Marchiori Marisa e Stangherlin Giuseppe;

18.30: Niero Nadia; Spizzotin Norina e fam.ri defunti; Marin Nino; defunti Scorziero; Michielan Nino;

Domenica 9 Maggio   bianco           

Ë VI DOMENICA DI PASQUA

http://www.lachiesa.it/liturgia/allegati/icone/BP060.jpgLiturgia delle ore seconda settimana

At 10,25-26.34-35.44-48; Sal 97; 1Gv 4,7-10; Gv 15,9-17
Il Signore ha rivelato ai popoli la sua giustizia

8.00: Michieletto Primo, Linda e Giorgio; Benetton Luigi, Nilde e Dorina; Dal Ben Bruno (ann.); Frasson Graziosa, Augusto, Egidio;

 

9.30: Cappellazzo Maria e Ugo, Tronchin Antonio e Bruna; def. Fam. Cola; Schiavinato Maria e fam.ri;

 

11.00: defunti famiglia Nascimben;

 

18.30: santa messa

8.00: santa messa

 

10.00: Albani Maria, Massimo e Giovanni;

Lunedì 10 Maggio      bianco

At 16,11-15; Sal 149; Gv 15,26-16,4a

Il Signore ama il suo popolo

18.30: anime Purgatorio;  Nasta Giovanni (1° ann.); Zanetti Alessandro;  Magoga Albino e Codato Bruna; Barbon Alessandra e Romano Livio;  Bertoldo Guido (5° an.)

 

Martedì 11 Maggio     bianco

At 16,22-34; Sal 137; Gv 16,5-11

La tua destra mi salva, Signore

 

18.30: santa messa

Mercoledì 12 Maggio  bianco
At 17,15.22 - 18,1; Sal 148; Gv 16,12-15

18.30: per le famiglie; Callegaro Claudio (30 gg.); Biadene Giancarlo; Ghedin Giovanna (8gg) e Magoga Francesco;  Ettore e Dina;

 

Giovedì 13 Maggio     bianco

B. V. Maria di Fatima

97; Gv 16,16-20

8.30: per ammalati;    Donà Lino;

9.00 – 10.00 adorazione Eucaristica

 

Venerdì 14 Maggio       rosso  

S. MATTIA apostolo

At 1,15--26; Sal 112; Gv 15,9-17

 

17.45: adorazione Eucaristica

18.30

Sabato 15 Maggio       bianco

At 18,23-28; Sal 46; Gv 16,23b-28

18.30: Fiorindo Santa, Vittorio e Federico;  Menini Paola (1° Ann.); Rostirolla Angela e Pozzebon Vittorio;  Codato Giorgio e genitori, Furlan Giuseppe e Biasuzzo Anna;

18.30: Dogao Renzo, Casarin Luigia; Reginato Biagio e Daniela;

45° di matrimonio di Zanatta Giuseppe e Michieletto Teresina;

Domenica 16 Maggio    bianco           

http://www.lachiesa.it/liturgia/allegati/icone/BP080.jpgË ASCENSIONE DEL SIGNORE

Liturgia delle ore propria

At 1,1-11; Sal 46; Ef 4,1-13; Mc 16,15-20
Ascende il Signore tra canti di gloria

8.00: Michieletto Primo, Linda e Giorgio;

 

9.30: santa messa

 

11.00: santa messa

 

18.30: santa messa

8.00: Dal Bò Agnese e Rinaldo;

 

10.00: santa messa

Quando vieni a messa: Indossa la mascherina che copra bocca e naso; Non fare assembramenti.  Igienizzati le mani al dispenser situato all’ingresso; Occupa i posti contrassegnati;

 

§  lunedì 10 maggio ore 20.30 a Sambughè Adorazione Eucaristica guidata dal Gruppo RNS, aperta a tutti.

§  Giovedì 13 maggio ore 20.00 a Preganziol CPAE.

§  GrEst 2021: martedì ore 20.00 Incontro con le mamme e gli adulti per organizzare i vari laboratori;

§  mercoledì ore 20.00: incontro con gli animatori;

§   La Caritas di Preganziol per sostenere l’aiuto alle famiglie che sta seguendo ha bisogno di prodotti alimentari (scatolame in modo particolare) e prodotti per l’igiene personale (bagnoschiuma).

§  Mese di Maggio dedicato a Maria e alla preghiera del Rosario: ogni sera prima della messa nelle nostre chiese.

 

 Stampa   
Avvisi COVID Riduci
covid raccomandazioni
 Stampa   
Registrazione Login
Copyright (c) 2010-2012, Parrocchia di Preganziol   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso