In evidenza Riduci
Annuncio parrocchiale

E' in linea l'ultimo annuncio parrocchiale

 maggiori informazioni ...
Festa della Madonna delle Grazie

il 21 maggio la Festa della Madonna delle Grazie

 

 maggiori informazioni ...
Sinodo dei giovani 2018

 Tutte le informazioni sul sinodo dei giovano 2018

 maggiori informazioni ...
Lectio sul vangelo della domenica

 Il giovedi sera in oratorio alle ore 20.50. Ma attenzione alle controindicazioni!

 

per i prossimi 2 incontri posticipato al venerdi

 maggiori informazioni ...
Battesimi

Disponibili le date per i prossimi battesimi

 maggiori informazioni ...
Syndicate   Stampa   
“Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi.” Riduci

Una di quelle pagine in cui pare custodita l'essenza del cristianesimo, le cose determinanti della fede: come il Padre ha amato me, così io ho amato voi, rimanete in questo amore. Un canto ritmato sul vocabolario degli amanti: amare, amore, gioia, pienezza... «Dobbiamo tornare tutti ad amare Dio da innamorati, e non da servi» (L. Verdi).

E una strada c'è, perfino facile, indicata nelle parole: “rimanete nel mio amore”. Ci siete già dentro, allora restate, non andatevene, non fuggite via. Spesso noi resistiamo, ci difendiamo dall'amore, abbiamo il ricordo di tante ferite e delusioni, ci aspettiamo tradimenti. Ma il Maestro, il guaritore del disamore, propone la sua pedagogia: “Amatevi gli uni gli altri”. Non semplicemente: amate. Ma: gli uni gli altri, nella reciprocità del dare e del ricevere. Perché amare può bastare a riempire una vita, ma amare riamati basta per molte vite.
Poi la parola che fa la differenza cristiana: “amatevi come io vi ho amato”. Come Cristo, che lava i piedi ai suoi; che non giudica e non manda via nessuno; che mentre lo ferisci, ti guarda e ti ama; in cerca dell'ultima pecora con combattiva tenerezza, alle volte coraggioso come un eroe, alle volte tenero come un innamorato. Significa prendere Gesù come misura alta del vivere. Infatti quando la nostra è vera fede e quando è semplice religione? «La fede è quando tu fai te stesso a misura di Dio; la religione è quando porti Dio alla tua misura» (D. Turoldo)
Sarà Gesù ad avvicinarsi alla nostra umanità: “Voi siete miei amici”. Non più servi, ma amici.

L'amicizia, qualcosa che non si impone, non si finge, non si mendica. Che dice gioia e uguaglianza: due amici sono alla pari, non c'è un superiore e un inferiore, chi ordina e chi esegue. È l'incontro di due libertà. Vi chiamo amici: un Dio che da signore e re si fa amico, che si mette alla pari dell'amato
Ma perché dovrei scegliere di rimanere dentro questa logica? La risposta è semplice, per essere nella gioia: “questo vi dico perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena”. L'amore è da prendere sul serio, ne va del nostro benessere, della nostra gioia.

Dio, un Dio felice (“la mia gioia”), spende la sua pedagogia per tirar su figli felici, che amino la vita con libero e forte cuore e ne provino piacere, e ne gustino la grande bellezza. 
La gioia è un sintomo: ti assicura che stai camminando bene, che sei sulla via giusta, che la tua strada punta diritta verso il cuore caldo della vita. Gesù, povero di tutto, non è stato però povero di amici, anzi ha celebrato così gioiosamente la liturgia dell'amicizia, da sentire vibrare in essa il nome stesso di Dio. (P. Ermes Ronchi)

 

Non vi chiamo servi, ma amici!”

I potenti cercano amicizia fra i potenti per puntellare la propria potenza.

Tu, invece, o Signore, vai a cercare gli amici fra i piccoli ed i poveri per dare loro un alloggio nel tuo cuore.

L'amicizia per te non è un pozzo per attingere qualcosa ma un vuoto che tu vuoi riempire.

Ed è proprio perché hai un cuore fatto così che posso starti vicino e sentirmi a mio agio.

Proprio perché mi sei amico posso parlarti con sincerità, posso sfogarmi senza annoiarti,

posso mettere a nudo i miei sentimenti senza sentirmi violato, posso gridare le mie passioni senza vergognarmi.

Quando sono imbronciato non mi scantoni, ma ti fermi con me e mi aiuti a sorridere di nuovo.

E’ allora che scopro la vita come una nuova aurora. Nulla mi togli, ma tutto mi doni.

In te ritrovo la voglia di cantare l’amore come è spontaneo fare quando si è vicino ad amici veri, come lo sei tu.

 

Maggio: il mese di Maria

O Maria, piena di grazia, madre di Cristo e madre nostra,

insegnaci il raccoglimento, il silenzio e la meditazione.

Tu sei stata povera di parole ma ricca di opere, povera di cose umane ma ricca di Dio.

Tu ci inviti ogni giorno all'ascolto della parola di Dio, ad accogliere la sua salvezza,

a prendere sul serio la vita, ad essere coerenti con la fede.

O Maria, tu che sei la vita di umiltà che piace a Dio, la via di semplicità che porta a lui,

la vita di servizio per i fratelli, guarda il nostro mondo che manca di Dio, manca di pace, manca di amore;

guarda la nostra povera vita e assistici sempre con la tua materna protezione.

 Stampa   
Prossime proposte delle suore francescane Riduci
5 giugno - giovedì 24 maggio 2018

adorazione eucaristica

 maggiori informazioni ...
10 giugno 2018 - mercoledì 23 maggio 2018

incontri di formazione

 maggiori informazioni ...
27-30 luglio 2018 Teramo - martedì 22 maggio 2018

proposte per l'estate

 maggiori informazioni ...
5 giugno - domenica 20 maggio 2018

adorazione eucaristica

 maggiori informazioni ...
 Stampa   
cap 15: la vera vite Riduci


 Stampa   
Annuncio parrocchiale Riduci

Avvisi e Intenzioni Sante Messe

Giorno

Preganziol

Sambughè

Sabato 19 Maggio Bianco

At 28,16-20.30-31; ; Gv 21,20-25

18.30: Zanardo Silvana e genitori;

Giovannino Sechi, Sandro Pintus,

Susanna Pagani; Nido Veronica;

Volpato Luciano, Adele, Tiziano e Marisa;

18.30: Gallo Emma, Niero Davide;

Barbisan Angelo;

Domenica 20 Maggio Rosso

Domenica di Pentecoste

At 2,1-11; Sal 103; Gal 5,16-25; Gv 15,26-27; 16,12-15 Manda il tuo Spirito, Signore, a rinnovare la terra

8.00: Berto Lina; Michele;

vivi e def. Gori e Susigan;

 

9.30: Milan Altinio; Bellio Brunio,

Mauro, Marton Silvana,

Canziani Vladimiro;

Turchetto Olimpia (1° ann.)

 

11.00: d. Giovanni Cagnin (20° ann.);

d. Adriano Dal Ben (10° ann.)

Milani Giuseppe ed Elena;

def.ti fam Albore; Callegaro Bruno

e def. fam. Biz Bernardo;

 

18.30: Brancaleone Irma (2° ann)

 

8.00: Zanatta Amelia e Favaro Genoveffa

 

 

10.00: santa messa

 

11.00: battesimi

 

Lunedì 21 Maggio verde

Liturgia delle ore terza settimana
Gc 3,13-18; Sal 18; Mc 9,14-29

Festa al Santuario della Madonna delle Grazie: ore 8.00: s. messa per le parr. di Preganziol e Sambughè; altre Messe alle 6 - 7 - 9 - 10 - 11 - 18 - 19.

Martedì 22 Maggio verde

S. Rita da Cascia

Gc 4,1-10; Sal 54; Mc 9,30-37

8.30: santa messa

 

17.30: adorazione eucaristica

18.30: def. fam. Cebin Umberto;

25° di matrim Zaia Paolo e Pamela;

Mercoledì 23 Maggio verde

Gc 4,13-17; Sal 48; Mc 9,38-40

18.30: Amedeo, Emilia, Miriam;

Pistolato Rosina; per le famiglie

18.30 Rosario e messa presso fam Guidolin in via Sambughè 295

Giovedì 24 Maggio verde At 22,30; 23,6-11; Sal 15; Gv 17,20-26

8.30: per gli ammalati;

9.00-11.30: Adorazione Eucaristica

18.30: santa messa

 

Venerdì 25 Maggio verde
Gc 5,9-12; Sal 102; Mc 10,1-12

10.30: in onore di S. Urbano con

sacramento unzione infermi

18.30: Bustion Anna;

20.30 S. Messa a Borgo Fiorito

 

Sabato 26 Maggio bianco

S. Filippo Neri - memoria

Gc 5,13-20; Sal 140; Mc 10,13-16

18.30: Michieletto Silvino (30 gg);

Gambarotto Rino;

18.30: Tosato Alberto, Mazzon Maria Pasqua, Fofano Marisa, Riccardo, Risato Santa, Gobbo Regina, Zanato Valentino; De Giorgio Gabriele; Bonesso Roberto, Eugenio, Gava Luciano; Tosato Luigi;

Domenica 27 Maggio bianco

Ë Santissima Trinità

Solennità - Liturgia delle ore propria

Dt 4,32-34.39-40; Sal 32; Rm 8,14-17; Mit 28,16-20 Beato il popolo scelto dal Signore

8.00: vivi e def. Gori e Susigan;

 

9.30: Gatto Tarcisio e Fernanda;

 

11.00: per vivi e def.ti gr. Bersaglieri;

Intenz. Offerente (ringraziamento)

 

18.30: Menoncello Adriano;

Tronchin Attilio;

 

8.00: Pavanetto Giovanni e Amalia;

 

 

10.00: Santa messa

AVVISI: per le missioni in occasione della festa della mamma sono stati raccolti € 732,50. Grazie

      • Venerdì 25: S. Urbano patrono di Preganziol s. Messe alle 10.30 con unzione ammalati e 18.30;

  • Sabato 26 partenza ore 7.00: Pellegrinaggio Mariano al Santuario Madonna delle Grazie di Brescia.

  • Sambughè: Domenica 27 mggio 16.00: Festa con le famiglie dei bambini della Scuola Materna

  • Sono aperte le iscrizioni ai Lupetti (dalla 3^ alla5^ elem.), rivolgersi ai Capi

  • Le sante messe per le vie: Mercoledì ore 18.30 in via Sambughè 295; Venerdì ore 20.30 a Borgo Fiorito.

 Stampa   
Registrazione Login
Copyright (c) 2010-2012, Parrocchia di Preganziol   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso