In evidenza Riduci
Sinodo dei giovani 2018

 Tutte le informazioni sul sinodo dei giovano 2018

 maggiori informazioni ...
Lectio sul vangelo della domenica

 Il giovedi sera in oratorio alle ore 20.50. Ma attenzione alle controindicazioni!

 

per i prossimi 2 incontri posticipato al venerdi

 maggiori informazioni ...
Battesimi

Disponibili le date per i prossimi battesimi

 maggiori informazioni ...
Syndicate   Stampa   
l sogno di Dio è che nessuno sia solo, senza sicurezza Riduci

Alcuni farisei si avvicinarono a Gesù per metterlo alla prova: «è lecito a un marito ripudiare la moglie?». Chiaro che sì, è pacifico, non solo la tradizione religiosa, ma la stessa Parola di Dio lo legittimava. Gesù invece prende le distanze dalla legge biblica: «per la durezza del vostro cuore Mosè scrisse per voi questa norma». Gesù afferma una cosa enorme: non tutta la legge, che noi diciamo di Dio, ha origine divina, talvolta essa è il riflesso di un cuore duro. Qualcosa vale più della lettera scritta. Simone Weil lo dice in modo luminoso: «Mettere la legge prima della persona è l'essenza della bestemmia». E per questo Gesù, infedele alla lettera per essere fedele allo spirito, ci «insegna ad usare la nostra libertà per custodire il fuoco e non per adorare la cenere!» (G. Mahler). La Bibbia non è un feticcio, vuole intelligenza e cuore.
Gesù non intende redigere altre norme, piantare nuovi paletti. Non vuole regolamentare meglio la vita, ma ispirarla, accenderla, rinnovarla. E allora ci prende per mano e ci accompagna dentro il sogno di Dio, sogno sorgivo, originario, a guardare la vita non dal punto di vista degli uomini, ma del Dio della creazione. Dio non legifera, crea: «dall'inizio della creazione li fece maschio e femmina, per questo l'uomo lascerà il padre e la madre, si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola». Il sogno di Dio è che nessuno sia solo, nessuno senza sicurezza, più che di padre, senza tenerezza, più che di madre. Gesù ci porta a respirare l'aria degli inizi: l'uomo non separi quello che Dio ha congiunto. Il nome di Dio è dal principio ?colui-che-congiunge?, la sua opera è creare comunione.
La risposta di Gesù provoca la reazione non dei farisei, ma dei discepoli che trovano incomprensibile questo linguaggio e lo interrogano di nuovo sullo stesso argomento. «Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un'altra, commette adulterio verso di lei». Gesù risponde con un'altra presa di distanza dalla legislazione giudaica: «E se lei, ripudiato il marito, ne sposa un altro, commette adulterio». Nella legge non c'era parità di diritti; alla donna, la parte più debole, non era riconosciuta la possibilità di ripudiare il marito. E Gesù, come al suo solito, si schiera dalla parte dei più deboli, e innalza la donna a uguale dignità, senza distinzioni di genere. Perché l'adulterio sta nel cuore, e il cuore è uguale per tutti. Il peccato vero più che nel trasgredire una norma, consiste nel trasgredire il sogno di Dio. Se non ti impegni a fondo, se non ricuci e ricongiungi, se il tuo amore è duro e aggressivo invece che dolce e umile, tu stai ripudiando il sogno di Dio, sei già adultero nel cuore. (p. Ermes Ronchi)

 

Pregare la Parola

Ti prego, Signore, per ogni uomo e per ogni donna che, un giorno, si sono riconosciuti fatti l'uno per l'altra e hanno deciso di condividere tutta la vita. Ti ringrazio per il loro coraggio, per la loro determi­nazione, soprattutto per la scelta di fare dell'amore l'a­limento delle loro giornate. Ti ringrazio per il dono che sono reciprocamente: esso parla anche a me del tuo amore. Ti ringrazio per la loro dedizione, rinnovata giorno dopo giorno: parla anche a me della tua fedeltà. Ti ringrazio per la loro apertura alla vita: parla anche a me della tua traboccante paternità e maternità. Non lasciarli soli e aiutali a non lasciarti mai. Sii tu la forza della loro unione. E se vivranno tempi oscuri, nei quali l'amore sembrerà ristagnare e spegnersi nelle sacche del “dato per scontato” e della non-creatività, fa' che incontrino di nuovo quello sguardo trasparente nel quale si riconobbero donati l'uno all'altra e, osando es­sere insieme dono per i fratelli, diano nuovo vigore a quell’amore che li fa una cosa sola come tu, Dio, sei Uno nella comunione trinitaria.

 

L’amore di Cristo può restituire agli sposi la gioia di camminare insieme; perché questo è il matrimonio: il cammino insieme di un uomo e di una donna, in cui l’uomo ha il compitodi aiutare la moglie ad essere più donna, e la donna ha il compito di aiutare il marito ad essere più uomo.” (papa Francesco)

 Stampa   
Prossime proposte delle suore francescane Riduci
11 novembre 2018 - giovedì 16 agosto 2018

incontri di formazione

 maggiori informazioni ...
 Stampa   
Annuncio parrocchiale Riduci

Avvisi e Intenzioni Sante Messe

Giorno

Preganziol

Sambughè

Sabato 6 Ottobre verde

S. Bruno - memoria
Gb 42,1-3.5-6.12-17; Sal 118; Lc 10,17-24

18.30: Biadene Edoardo e Anna;

Prete Giancarlo e Valerio;

Marton Emma e Regina;

Adele, Luigia, Rita;

18.30: Tosato Alberto, Mazzon

Maria Pasqua, Riccardo, Lorenza,

Adele e Maria; Fantin Augusto e Isea;

def.ti classe 5^ el del 1966: Tosatto

Sergio, Minetto Giorgio, Lucchese

Maurizio, Dal Bò Michela, Pellin Luigino

e maestra Missana M. Luisa;

Domenica 7 Ottobre verde

XXVII Tempo Ordinario

Liturgia delle ore terza settimana

Gen 2,18-24; Sal 127; Eb 2,9-11; Mc 10,2-16
Ci benedica il Signore tutti i giorni della nostra vita

8.00: Tronchin Olindo (10° an) e fam.ri

Bruno Dal Ben e famigliari;

Maria Gerardp e def.ti Biscaro

 

9.30: Bardini Carolina e famiglia;

Tomaello Vittoria; Calzavara Rino;

 

11.00: Corrà Maikol e nonna Carmela

 

18.30: def.ti fam. Bellio Giuseppe;

Corradino Clara;

8.00: Guidolin Rino e fam.ri def.ti;

Rizzato Luigi, Amabile, Giovanni;

Durante Federico; Ferri Mario;

 

10.00: def.ti famiglia Favretto;

Cavinato Carlo;

Cestaro Vittorio e fam.ri defunti;

Padoan Angelo; Luigi, Rosa;

Fantin Augusto e Isea;

Lunedì 8 Ottobre verde

Gal 1,6-12; Sal 110; Lc 10,25-37

18.30: santa messa

 

Martedì 9 Ottobre verde

Ss. Dionigi e compagni
S. Giovanni Leonardi
Gal 1,13-24; Sal 138; Lc 10,38-42

 

18.30: Tosato Flora;

Mercoledì 10 Ottobre verde

Gal 2,1-2.7-14; Sal 116; Lc 11,1-4

18.30: Penzo Ernesta e Roberto;

Simonetto Luigi;

 

Giovedì 11 Ottobre verde

Gal 3,1-5; Cant. Lc 1,68-75; Lc 11,5-13

8.30: per gli ammalati; Barbazza Pietro;

9.00 – 11.00: Adorazione eucaristica

18.30: santa messa

Venerdì 12 Ottobre verde

Gal 3,7-14; Sal 110; Lc 11,15-26

18.30: santa messa

 

Sabato 13 Ottobre verde

Gal 3,22-29; Sal 104; Lc 11,27-28

18.30: Azzarini Paolino;

Reginato Daniela;

18.30: Niero Nadia; Schiavon Sebastiano;

Bellomo Francesca e Marton Angelo;

Domenica 14 Ottobre verde

XXVIII Tempo Ordinario

Liturgia delle ore quarta settimana

Sap 7,7-11; Sal 89; Eb 4,12-13; Mc 10,17-30
Saziaci, Signore, con il tuo amore: gioiremo per sempre

8.00: def. fam. Zamenego;

Ceron Giovanna

 

9.30: santa messa

 

11.00: Lucchese Mariano (4° an.);

Zanetti Luigi e Regina, Cocchetto

Valentinao e Fedato Rosa;

 

18.30: santa messa

 

8.00: Attombri Vittorio e Marcella;

 

 

10.00:

AVVISI:

  • Salutiamo e ringraziamo don Riccardo per il servizio dato alle nostre comunità e la testimonianza di fede e di risposta generosa alla chiamata del Signore e lo accompagniamo con la nostra preghiera nel suo nuovo servizio nella collaborazione di Casale.

  • Iniziano le attività dei gruppi dei ragazzi di 3^ media: venerdì 12 ore 19.00

  • Inizia l’attività dei gruppi delle superiori: domenica 14 ore18.30

  • Sambughè: inizieranno lunedì i lavori per i nuovi finestroni della chiesa e il nuovo impianto di riscaldamento. La santa messa settimanale sarà fatta in canonica.

  • Settimana Sociale dei cattolici; merc. 10 e ven. 12 e lun. 15 mart. 16 ottobre ore 20.30 Auditorium Pio X°

 Stampa   
Registrazione Login
Copyright (c) 2010-2012, Parrocchia di Preganziol   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso